- reset +

Si riceve unicamente per appuntamento

Segreteria centralizzata
0761 228277 / 339 11 88 236

  • Studio principale in Campione di Italia,
    Via Riasc n.2. - Tel. +41 786998828 / 339 11 88 236

Collabora con R.I.B.A. srl
Recupero Interessi Bancari srl
Via Marco da Campione 10/A - Campione di Italia
334 7729252 - 0041 786990149 - 091 6496792

Redazione Perizie Econometriche su Rapporti Bancari


 

Avv. Fiduciario di Farmacie Unite Treviso

Egregi Colleghi e cari Clienti,

lo studio legale Meloni ha aperto una sede anche in Campione di Italia. - LEGGI TUTTO
Home Downloads Provvedimenti Giurisdizionali

Provvedimenti Giurisdizionali

Documenti

Ordina per : Nome | Data | Click | [ Crescente ]

Sentenza Tribunale di Milano del 22/11/2016 Sentenza Tribunale di Milano del 22/11/2016

novità!
Data di inserimento: 23/11/2016
Data modifica: 23/11/2016
Dimensione del file: 3.8 MB
Downloads: 116073

Tribunale di MILANO

Sentenza in materia di conti correnti e mutuo

Si pubblica sentenza del  21.11.2016  emessa dal Tribunale di Milano .

La causa aveva per  petitum le consuete eccezioni miranti all' accertamento su conto corrente.

Nominata CTU, si ha una riduzione di oltre 250.000 euro circa sul saldo che aveva consentito alla banca di revocare il rapporto .

Vengono rigettate le eccezioni di prescrizione  relativamente alle rimesse solutorie.

Relativamente al mutuo si sostenevano diversi aspetti miranti alla sua declaratoria di nullità .

Dalla violazione della scopo, all'utilizzo improprio, alla usurarietà.

Quello pregnante era che trattavasi di mutuo di scopo, identificato in contratto.

In realtà il mutuo utilizzato per eliminare degli scaduti sul conto corrente. Se ne è data prova mediante documenti contabili.

Sul punto la sentenza si è limitata a rigettare la domanda per altri specifici aspetti sollevati  , ma senza motivare sulla violazione dello scopo, non aderendo al dettato dell'art. dell'art. 112 c.p.c.

La cosa curiosa è che nel riportare le conclusioni , a pag.4 della sentenza, tale domanda, regolarmente avanzata nelle conclusioni di parte attrice in citazione , non viene riportata.

L'appello dovrebbe fare chiarezza.

Causa avv.Meloni

Segue sentenza

Tribunale Ascoli Piceno Tribunale Ascoli Piceno

novità!
Data di inserimento: 11/12/2014
Data modifica: 11/12/2014
Dimensione del file: 921.51 kB
Downloads: 3631

Sentenza dell'1/12/2014 contro Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, ora Banca dell'Adriatico SpA

Tribunale di Siena 02/08/2016 Tribunale di Siena 02/08/2016

novità!
Data di inserimento: 25/08/2016
Data modifica: 25/08/2016
Dimensione del file: 9.76 MB
Downloads: 3419

Consulenza tecnica su mutui in bonis.

Si pubblica consulenza tecnica depositata il 7.8.2016 presso il Tribunale di Siena ed avente ad oggetto due mutui ipotecari in bonis.

La consulenza è molto esaustiva in quanto il consulente si spinge a determinare varie ipotesi  in ordine alla conseguenza della usurarietà, accertata, dell'interesse di mora come pattuito.

Come noto, sul punto il dibattito giurisprudenziale è ancora aperto anche se la Corte di Appello di Roma, con sentenza pubblicata su questo sito, ha comminato la sanzione della gratuità al mutuo che vede pattuito l'interesse di mora.

avv.M.M.

Applicazione sentenza Cassazione 350/2013 Applicazione sentenza Cassazione 350/2013

novità!
Data di inserimento: 13/01/2014
Data modifica: 13/01/2014
Dimensione del file: 4.3 MB
Downloads: 3067

Interessi usurari su mutui:
Il tribunale di Rovereto, in fase cautelare in opposizione, ha sospeso il pagamento di interessi usurari. Il tribunale valuta la applicazione della sentenza 350/2013 di cassazione (cliente SDL centro studi Brescia, causa istruita e seguita dall’avv.Meloni del foro di Viterbo)

Sentenza del Tribunale di Milano del 22/06/2017 Sentenza del Tribunale di Milano del 22/06/2017

novità!
Data di inserimento: 26/06/2017
Data modifica: 26/06/2017
Dimensione del file: 5.57 MB
Downloads: 2584

Conti correnti
Ricalcolo

Si pubblica una sentenza del Tribunale di Milano giusta la quale, a seguito di ricalcolo effettuato dal CTU, si ha  condanna reciproca dei rispettivi crediti.
Il CTU rileva addebiti non corretti per euro 350.000 circa ed il Giudice, anziché compensare , condanna la banca al pagamento della somma illegittimamente percepita nel corso  del rapporto .
Nel contempo, il Giudice ,condanna la parte attrice al pagamento della somma risultata come dovuta sempre a seguito del ricalcolo
Da un punto di vista processuale e se vogliamo dal punto di vista pratico, tale scelta è a favore del cliente ,perchè qualora compensato il credito, si sarebbe avuto  l'immediato pagamento della differenza.
Diversamente, per effetto della duplice condanna " incrociata"  sino a che la banca non ha corrisposto il dovuto, nulla potrà richiedere .

Causa dell’avv.Massimo Meloni

Segue sentenza

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 65

Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per funzionare e fornire all'utente una migliore esperienza d'uso. Continuando la navigazione accetti le condizioni indicate nella pagina della Privacy.

EU Cookie Directive Module Information